Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione
Ovada

Profughi in città: al via progetto d'accoglienza

Arrivano da Mali, Ghana, Costa d'Avorio. Se ne occuperà l'Ipab Borsalino per un periodo tra sei e otto mesi. "Definiti percorsi di studio e avvicinamento al lavoro"
 OVADA - Sono dieci, sei dal Mali, due dal Ghana, due dalla Costa d’Avorio, i profughi arrivati in questi giorni in città. Hanno tra i 18 e i 28 anni. Saranno seguiti, mediante un progetto elaborato dall’Ipab Borsalino di Alessandria che ha vinto due bandi specifici della Prefettura, da un team di quattro giovani ovadesi con qualifiche specifiche, tra educatori e mediatori. “Il primo obiettivo che ci proponiamo – spiega Anna Pagella, direttore generale dell’Ipab – è quella di integrarli. Per questo motivo è stato scelto un luogo di soggiorno al centro della città. Per loro saranno attivati un percorso di studi e di avvicinamento al lavoro della durata presumibile tra i sei e i nove mesi”.  “Ci siamo affidato al Borsalino – ha commentato il sindaco Paolo Lantero – perché il comune non ha la capacità organizzativa e l’esperienza per gestire una situazione di questo tipo. Faremo accoglienza. So che ci saranno degli attacchi su questa questione ma non mi interessa”.

“Dovranno imparare la lingua in fretta – chiarisce il vice direttore del Borsalino, l’Ovadese Gian Paolo Paravidino – Già nei prossimi giorni prenderemo contatto con la Casa di Carità Arti e Mestieri per iniziare i corsi”. Pur col supporto del team creato per loro, dovranno gestirsi. L’unico contributo in denaro che riceveranno saranno due euro e mezzo al giorno una volta al mese. “Qualcuno – conclude Pagella – si è informato su come fare per mandarli a casa. Sono arrivati qui a piedi nudi, dopo un viaggio tremendo su una barca nella quale erano stipati in 130. Hanno alle spalle storie incredibili e tremende. Il progetto è finanziato con fondi specifici, risorse che non sarebbero utilizzabili per altre attività. Contiamo molto sulla rete di solidarietà che questa città ha più volte dimostrato di saper mettere in campo”. 

5/12/2014

Versione stampabile   Invia articolo a un amico   Scrivi alla redazione


 
blog comments powered by Disqus

Facebook


Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Droghe e alcol: impennata di consumo fra i più giovani
Case vuote, persone senza casa
Case vuote, persone senza casa
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Mostra veri corpi al Centro Congressi Alessandria
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Gioco d'azzardo: i conti non tornato
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Uici, cinque posti letto per studenti fuori sede
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Il Decreto Sicurezza spacca gli Enti Locali
Grave episodio a Tortona
Grave episodio a Tortona
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Sindacati in piazza contro il Governo: tagli inaccettabili alle pensioni
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Ex Simple Minds trascinatori della festa di Capodanno
Inaugurato il Bosco Rotariano
Inaugurato il Bosco Rotariano